fbpx
claudio-capozza-network-marketing

Ero un SOGNATORE, non mi sono mai arreso…e sul mio cammino, fatto di CREDO e PERSEVERANZA ho incontrato tanti angeli e una opportunità: il Network Marketing.

Il peggior scenario!

Facciamo un salto nel passato.

Vengo dalla strada, sono cresciuto nell’estrema periferia di Roma.

Dove il furbo sopravvive e il debole sconta.

Dove l’ignoranza prende il posto della conoscenza e il ‘brutto’ è talmente vasto che sembra la normalità.

Ho la terza media. 

Persi mia madre a 15 anni, a 19 abitavo da solo in uno dei quartieri più malfamati di Roma; in estate dormivo con le finestre chiuse per paura di ritrovarmi qualche ladruncolo in casa o un ubriaco sul balcone, che puntualmente usava il portone d’ingresso come il cesso del quartiere…di aneddoti ne avrei una valanga da poter raccontare. Come quella mattina che mi sequestrarono, praticamente, chiudendo l’entrata di casa con un camion, non potevo uscire, lo spostarono solo nel tardo pomeriggio, stavano facendo dei lavori al bar sotto, la polizia non arrivò mai e i vicini a testa bassa non hanno risposto alle mie richieste di aiuto.

Scoprii nei giorni a seguire che il proprietario del locale era il boss della zona.

Questa era la mia quotidianità.

Anni di indecenza, precarietà, arroganza e saccenza.

A ripensarci oggi, proprio non so come ho fatto a salvarmi

Pagavo l’affitto, le bollette, la benzina per andare a lavoro, e quello che rimaneva non bastava neanche una settimana. Pane raffermo e fagioli, il menù fisso di molte sere per mesi interi.

I debiti si accumulavano, e vivere era diventato una scommessa.

Ora, senza entrare troppo nei dettagli, questo è stato il peggior scenario della mia vita.

Avresti mai scommesso su di me?!

Io l’ho fatto. Perché era la mia vita, e nessuno poteva portarmela via.

Ero un SOGNATORE, non mi sono mai arreso…e sul mio cammino, fatto di CREDO e PERSEVERANZA ho incontrato tanti angeli e una opportunità: il Network Marketing.

Non sapevo come, ma ero sicuro di farcela.

Se cadi così in basso da sentirti schiacciato a terra, hai solo una direzione da prendere

Io l’ho capito, e l’ho presa. Risoluto.

Non accadrà più nulla di tutto questo, e soprattutto non accadrà alla cosa più cara che ho, i miei figli.

Ora parlo a te, in tutta onestà voglio dirti che non potrai mai sapere esattamente cosa ho passato, perché questa è la mia storia, ognuno ha la sua, e non so neanche se tu ti salverai, ma mi piace pensare di poterti dare un consiglio: metti da parte il dubbio ed approfondisci, chiamami e chiedi quello che non ti torna, non giudicare negativamente il mio successo se non hai compreso esattamente quello che faccio.

Potrebbe essere anche la tua strada, se solo la smettessi di pensare male.

Non pretendere di conoscere il mio percorso, se non mi hai vissuto un po’; il giudizio risulta pretenzioso, senza una conoscenza dei fatti o un’esperienza sul campo.

Non fermarti alle fake, notizie false o deviate, chiedi cosa è successo realmente, ricerca sempre la verità, approfondisci. Sono i fatti reali che contano non le parole.

E per concludere…

Mi piacerebbe augurarti di poter cogliere un’opportunità come è successo a me, e a tanti di noi.

Abbiamo avuto un’opportunità, l’abbiamo colta e raggiunto i nostri obiettivi, e se non sei davvero così ostile come vuoi far credere, anche tu sai che è possibile.

Io ti aspetto.

 

contattami e sarò felice di rispondere alle tue domande!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *